politica

Con il 38, 17 % dei voti Gambardella arriva prima e va al ballottaggio con Gaffeo (PD)

By Maggio 29, 2019 No Comments

“Grazie ai 10.616 cittadini che hanno avuto fiducia in me” afferna Monica Gambardella, il giorno dopo lo spoglio elettorale che la vedrà al ballottaggio, il prossimo 9 giugno, con il candidato del centro sinistra Edoardo Gaffeo.

“Con 44 seggi vinti su 56 (due pari merito), la coalizione di centro destra si posiziona al primo posto tra coloro che aspirano a guidare il Comune di Rovigo. – continua Gambardella – quasi il 70% dei rodigini si è recato alle urne e questo è un risultato grandioso, che denota quanto la cittadinanza sia attiva e abbia voglia di esprimere la sua voce per migliorare la nostra Rovigo.

Ringrazio in primis i miei figli Pedro & Juan e la mia famiglia per avermi compreso in questa scelta fin da subito, facendomi sentire tutto il loro amore e sostegno.

Grazie alla lista civica che porta il mio nome e che ha realizzato 1.895 voti, superando la concorrente omonima dello sfidante Edoardo Gaffeo (1.667 voti).

E’ stato un grande lavoro supportato dal primo partito a Rovigo che è la Lega (18,1%) capitanato dall’Assessore regionale Cristiano Corazzari a cui devo la mia candidatura e che, insieme  all’Assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin e al Governatore Luca Zaia, hanno creduto in me come candidata a Sindaco di Rovigo.

A Forza Italia e Fratelli di Italia, và la mia gratitudine per avermi supportato in questa campagna e alle liste civiche Forza Rovigo e Obiettivo Rovigo per non avermi mai fatto mancare il loro apporto ed esperienza in queste settimane precedenti il voto.

Ringrazio tutte le istituzioni, le testate giornalistiche, le associazioni, i rappresentanti delle frazioni e comitati che ci hanno dato la possibilità di confrontarci, ascoltare le necessità  dei cittadini e spiegare il nostro programma elettorale.

Ringrazio i miei concorrenti per una campagna elettorale senza toni urlati e basata sul fair play che credo la città abbia apprezzato: non c’è più bisogno di proclami, Rovigo ha bisogno di fatti.

Già da questa mattina sono al lavoro con la coalizione per programmare i prossimi appuntamenti e incontri da qui al 9 giugno”.